VILLACIDRO INCANTA, MOROZZI INSEGNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’incantevole città di Villacidro ha rappresentato lo sfondo perfetto per il laboratorio di scrittura creativa nel quale Gianluca Morozzi, autore di ben 24 romanzi tra cui spiccano Despero, Blackout, Cicatrici e Lo Specchio Nero, ha insegnato ai suoi giovani allievi alcuni trucchi del mestiere, cercando di trasmettere loro il suo immenso amore per la scrittura. Organizzato da “La piccola volante” , casa editrice famosa proprio per i suoi laboratori di scrittura, sia online che offline, l’incontro con Morozzi si è svolto fuori dal chiosco “Sa Spendula 2.0” , situato nei pressi delle famose cascate. E’ stata proprio la “ciurma” del chiosco a collaborare attivamente con “La Piccola Volante” nell’organizzazione dell’evento in uno dei punti più suggestivi di Villacidro. Un panorama magnifico, capace di fornire maggiore ispirazione sia al maestro che ai suoi discepoli e a regalare l’atmosfera giusta.

Sono stati tanti gli argomenti trattati da Morozzi (il quale visitava Villacidro per la prima volta) tra la sera del 28 luglio e la mattina del 29, e non sono mancate le citazioni ai grandi scrittori del passato e del presente, ma anche a film, serie tv e fumetti. L’autore di Despero ha stipulato un patto coi suoi allievi, chiamati a riempire una o mezza pagina al giorno, dando loro ben tre suggerimenti per sconfiggere uno dei nemici principali degli aspiranti scrittori: la pagina bianca. Si è passati, poi, a “cinque metodi + 1” per trovare spunti per il proprio racconto/romanzo, alle parole da evitare in modo assoluto, ai suggerimenti per un buon incipit e per un finale all’altezza, ai tre metodi (King, Morozzi, Roth) superare il classico “blocco dello scrittore”.

Dopo aver nominato più volte Stephen King e aver citato casi interessanti come quelli di Kaspar  Hauser, Frederique Bourdin e Jack lo Squartatore (in particolare, nella ricostruzione fatta da Alan Moore in “From Hell), Morozzi ha concluso il suo excursus insegnando a “scopiazzare con gioia” e facendo notare l’esistenza di schemi narrativi ricorrenti, ma sempre efficace. E così, Luke Skywalker diventa Efisio di Las Plassas, orfano e aspirante scrittore, che parte per Milano sia per riportare un famoso scrittore, che scoprirà essere suo padre, sulla retta via, sia per conoscere un’avvenente poetessa, che in realtà è sua sorella gemella; la rivelazione dell’identità del suo genitore gli farà perdere “la mano”, ma Efisio riuscirà, grazie a un vecchio eremita, a diventare un grande autore di romanzi e a salvare suo padre.

I partecipanti al laboratorio hanno lasciato Sa Spendula con il sorriso, e Morozzi, giunto a Villacidro per la prima volta, è sembrato molto soddisfatto per l’esperienza. E’ lecito, dunque, sperare che questa sia la prima di tante collaborazioni con “La piccola volante”, e chissà se, tra gli allievi che in questi due giorni hanno imparato tanto, qualcuno riuscirà nell’impresa di completare un romanzo…

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Alessandro Bogazzi

“A doppia superbia, doppia caduta”

alessandro-bogazzi has 95 posts and counting.See all posts by alessandro-bogazzi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi