QUARTU: MINACCIA IL CONTROLLORE CON UN COLTELLO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La lite è avvenuta in Piazza IV Novembre a Quartu, al capolinea della linea 1Q

L’episodio è avvenuto il 19 Gennaio alle 9:30 al capolinea dell’1Q in Piazza IV Novembre a Quartu Sant’Elena. Il responsabile è Giuseppe Spicuzza, 19enne di Selargius. Le dinamiche del fatto sono chiare e lasciano poco spazio alle interpretazioni. Il ragazzo è salito dalla porta centrale del mezzo insieme alla madre, trovandosi faccia a faccia con il controllore. La madre sarebbe scesa dal mezzo e salita dalle porte anteriori per obliterare il biglietto, mentre Spicuzza sarebbe salito nuovamente dalle porte posteriori.

Alla richiesta di esibizione del titolo di viaggio da parte del dipendente del CTM, sarebbe seguita una lite. Spicuzza avrebbe afferrato per il collo del controllore, colpendolo al viso e facendogli cadere gli occhiali, per poi scendere dal mezzo. Ma sembra che la lite non si sia conclusa in questo frangente. Spicuzza, infatti, avrebbe estratto il coltello per minacciare la vittima, trattenendosi qualche minuto di troppo. E lasciando ai Carabinieri il tempo utile per giungere sul posto.

Il responsabile è stato arrestato e la vittima ha riportato ferite lievi

La squadra del Radiomobile di Quartu ha posto immediatamente il giovane in stato d’arresto, determinando la definitiva conclusione dell’aggressione e, il controllore del CTM è stato portato immediatamente al Pronto Soccorso dove è stato dimesso con pochi giorni di prognosi. Si tratta di un fatto grave, che poteva finire in tragedia ma si è fortunatamente risolto in modo diverso.

Degno di menzione è anche un fatto collaterale e increscioso. Alcune testate online dell’area Cagliaritana avrebbero riportato la notizia erroneamente, affermando che il responsabile fosse un extracomunitario. La notizia è ovviamente falsa, trattandosi di un ragazzo originario dell’Hinterland, ma non son bastate le successive smentite ad evitare la diffusione dell’ennesima fake news, che ha potuto soddisfare i feticismi mediatici degli xenofobi locali.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Vincenzo Milia

"Libertà vuol dire veramente qualcosa, significa avere il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire"

vincenzo-milia has 52 posts and counting.See all posts by vincenzo-milia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi