PUNIZIONI DIVINE AL TEMPO DELLE UNIONI CIVILI

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Unioni civili? Occhio al terremoto!

Le unioni civili possono provocare terremoti. Si, avete capito bene. Questo secondo il sismografo di Radio Maria. Padre Giovanni Cavalcoli recita così ai microfoni di Radio Maria: Questi disastri (i terremoti ndr)sono una conseguenza del peccato originale. Queste offese alla famiglia e alla dignità del matrimonio, le stesse unioni civili”

A dar man forte alle parole di Cavalcoli è Mario Adinolfi, con la sua consueta lungimiranza: la verità è che Radio Maria dà fastidio”. E in effetti sul merito abbiamo pochi dubbi. A tanti Cristiani e non, queste parole avranno dato parecchio fastidio. Posizioni degne di uomini vissuti all’epoca dei primi vagiti di una storia ancora da scrivere. Posizioni che confermano un dato di fatto, ovvero che gli estremisti religiosi sono uguali, qualunque sia la loro fede. Violenza, rigidità e volontà di sottomissione, che sfocia nel tentativo di cancellare la volontà altrui. Ciò che separa certi elementi dai militanti dell’ ISIS è solo, in certi frangenti, la mancanza di “compagni” ben armati

Padre Giovanni Cavalcoli.
Padre Giovanni Cavalcoli.

Sono affermazioni offensive per i credenti e scandalose per chi non crede”

Inutile sottolineare come il Vaticano si sia dissociato e abbia affermato l’estraneità di questa posizione rispetto agli insegnamenti di Cristo. E lo fa per bocca di Monsignor Angelo Becciu: “Sono affermazioni offensive per i credenti e scandalose per chi non crede, datate al periodo precristiano e non rispondono alla teologia della Chiesa, perché contrarie alla visione di Dio offertaci da Cristo. Quindi, i terremotati ci perdonino, a loro la solidarietà del Papa”.

 

La giunta ha preso la decisione di non officiare le unioni civili di coppie dello stesso sesso”

Qualcuno potrebbe obiettare che si tratti di un elemento isolato, destinato a dissolversi. Eppure, a ben vedere, sembra qualcosa di più di una semplice anomalia. A confermarlo, alcune notizie giunte nelle ore successive al fatto.
I
nfatti la ribellione cattolica” non si ferma qui, e coinvolge ancora le Unioni Civili. Lorenzo Pellegatti, Sindaco di San Giovanni in Persiceto procede la sua personale crociata estremista, impedendo le unioni civili nel suo comune. “La giunta ha preso la decisione di non officiare le unioni civili di coppie dello stesso sesso. Mi preme precisare che non impediamo a nessuno di unirsi civilmente e mi risulta che già due donne stiano organizzando le celebrazioni in forma privata”. La “decisione della giunta” è, a tutti gli effetti, una violazione della legge (la 76 del 2016) e di un diritto garantito di cui i cittadini in questione vengono espropriati.

 

Lorenzo Pellegatti, Sindaco di San Giovanni in Persiceto.
Lorenzo Pellegatti, Sindaco di San Giovanni in Persiceto.

Ad intervenire Monica Cirinnà (la legge sulle Unioni Civili porta il suo nome) e Sergio Lo Giudice, senatori PD, che oltre a ricordare al Sindaco (eletto con una lista civica) i suoi doveri, aggiungono: “Se vuole dismettere la maschera ‘civica’ con cui si è fatto eleggere e seguire l’esempio di quei sindaci leghisti che pretendono di disapplicare una legge dello Stato ne risponderà nelle sedi deputate”.

Monica CIrinnà, prima firmataria della legge sulle Unioni Civili.
Monica Cirinnà, prima firmataria della legge sulle Unioni Civili.

Gli avvenimenti in atto sono campanelli d’allarme che indicano un malumore generalizzato, in una fetta della società. Che non accetta compromessi e che rimane ancorata a visioni non ancora all’altezza di una società moderna. E nessuno utilizzi la maschera dell’ “omofobia” per dissimulare il volto della “stupidità”. 

Si, è vero, le unioni civili possono provocare terremoti, uno è appena passato per le onde di Radio Maria.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Vincenzo Milia

"Libertà vuol dire veramente qualcosa, significa avere il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire"

vincenzo-milia has 48 posts and counting.See all posts by vincenzo-milia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi