PAZZA SELARGIUS, STREPITOSA VIRTUS

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Selargius subisce una clamorosa rimonta, ma strappa una vittoria pazzesca ai supplementari

Castel Carugate parte bene, ed è da segnalare una buona tripla di Colli, ma Selargius non demorde e, anche grazie all’ottima prestazione di una Gagliano finalmente titolare dal primo minuto, conclude il primo quarto a sole due lunghezze dalla squadra avversaria. Nella seconda frazione, un’indiavolata Arioli, a segno anche dai tre punti, e un’ottima Ljubenovic permettono al San Salvatore di cogliere il sorpasso. Picco e compagne riescono a limitare i danni, e Selargius chiude in vantaggio di due punti.

Ljubenovic e De Pasquale trascinano il San Salvatore nel terzo quarto, dove Arioli continua a fornire un grande contributo. Castel Carugate, dopo essersi trovata addirittura a -10, riesce a rientrare in partita grazie alle spettacolari triple di Picco. Nell’ultimo quarto, Selargius spreca un paio di match point, le avversarie ne approfittano e colgono il pareggio, che vale i tempi supplementari. Il San Salvatore si impone all’overtime, grazie ai canestri di De Pasquale e Gagliano; Arioli resta comunque la top scoarer del team.

Tabellino: San Salvatore Selargius – Castel Carugate 77 – 73 dopo un tempo supplementare (17-19, 33-31, 53-47, 66-66)

San Salvatore Selargius: Arioli Cinzia 23, Ljubenovic Ana 17, De Pasquale Ada 16, Gagliano Delia 14, Lussu Anna 4, Russo Francesca Romana 3, Mura Francesca, Pinna Denise, Palmas Laura, Lai Giulia, Laccorte Michela

Castel Carugate: Picco Carlotta 28, Colli Claudia 12, Correal Emily Rosa 11, Scarsi Marta 8, Rossi Laura 6, Albano Cecilia 5, Diotti Francesca 3, Beretta Arianna, Stabile Susanna, Polato Sara

Il CUS dura solo un quarto, poi viene travolto da Milano

Bungaite’ e Riccardi fanno partire il CUS con il piede giusto, mentre dall’altra parte si segnalano un canestro da tre punti di Novati e una buona prestazione da parte di Pozzecco. Il primo quarto si conclude in perfetta parità. Maffenini sale in cattedra e Milano dilaga, chiudendo la seconda frazione con ben 14 punti di vantaggio.

Alesiani e Bertucci provano a dare una scossa alla squadra, ma il distacco diventa incolmabile. Nell’ultimo quarto la musica non cambia, e per il CUS arriva la seconda sconfitta consecutiva.

Tabellino: CUS Cagliari – Il Ponte Casa D’Aste Milano 45-73 (14-14, 25-39, 34-59)

CUS Cagliari: Bungaite’ Julita 15, Alesiani Federica 13, Riccardi Elena 9, Bertucci Jennifer 6, Niola Rachele 2, Madeddu Federica, Gaslini Martina, Vanin Giulia, Dettori Angela, Aielli Alessandra

Il Ponte Casa D’Aste Milano: Maffenini Giulia 19, Pozzecco Federica 12, Guarneri Stefania 11, Canova Sara 9, Martelliano Roberta 7, Vente Liga 6, Novati Paola 3, Rossini Ludovica 3, Galiano Laura 3, Bottari Federica

La Virtus ci crede fino all’ultimo e ottiene una grande vittoria

La partita della Virtus inizia in salita, con Bolzano che chiude il primo quarto a +13. Gomes e Rossi provano a metterci una pezza, ma non riescono a contenere la furia di Ribeiro, Giordano e compagne. Nonostante il secondo quarto si concluda sul 48 a 32 per Bolzano, le cagliaritane non gettano la spugna, e tornano in campo più combattive che mai.

Nella terza frazione di gioco, la Virtus è autrice di una grande rimonta, con Sarni, Templari e Rossi in grande spolvero, e nell’ultimo quarto si porta in vantaggio, per poi dilagare sul finale. Una grande vittoria, la seconda consecutiva, che permette alle cagliaritane di iniziare il girone di ritorno nel miglior modo possibile.

Tabellino: Alperia Itas Bolzano – Surgical Virtus Cagliari 70-82 (27-14, 48-32, 59-55)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Alessandro Bogazzi

“A doppia superbia, doppia caduta”

alessandro-bogazzi has 95 posts and counting.See all posts by alessandro-bogazzi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi