Arbitri, 21°giornata Serie A: Guida non all’altezza di Roma-Cagliari.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sabato a luci e ombre per gli arbitri: ok Maresca ma Rocchi sbaglia troppo.

CHIEVO – FIORENTINA Sabato 21/01 h.18.00
MARESCA: 6.5

Riesce a tenere sotto controllo la partita, ottima valutazione al 17′, ammonisce Birsa che commette un fallo tattico su Vecino non facile da vedere. Anche al 36′ conttatto in ritardo tra Sanchez e Castro, ammomnizione e punizione. Quattro minuti dopo Cesar commette fallo su Chiesa proprio al limitare dell’area di rigore, Maresca vede e valuta subito la pu izione e non il rigore come chiesto dalla Fiorentina. Nel primo tempo non si sbilancia troppo con il recupero, allo scattare del 45′ fischia. Tutto il contrario nel secondo tempo in cui concede ben 5 minuti di recupero considerando i cambi e interruzioni improvvise di gioco.

MILAN – NAPOLI Sabato 21/01 h.20.45
ROCCHI: 5

Male Rocchi che, al contrario di Maresca, non si trova mai nei pressi dell’azione. La maggior parte delle valutazioni le riceve dagli assistenti che non sempre sono certi delle decisioni.
Manca un rigore a favore del Milan. La’azione si sviluppa e la palla viene passata a Bacca che, aggredito da Albiol, cade in area, Rocchi interviene e ammonisce Bacca per simulazione. Giusta la valutazione su Calabria che viene ammonito, Rocchi, infatti, fa cenno con la mano che è stata la terza volta che il giocatore commette lo stesso fallo su Callejon e che non può passarci sopra.
Sul termine del primo tempo Tonelli ammonito per ostruzione su Bacca e immediata reazione dei rossoneri che protestano. Valuta male il fallo di Callejon più da rosso che giallo e prolunga la partita di 5 minuti.

Buona domenica, ma non per Guida: manca un rigore per il Cagliari.

JUVENTUS – LAZIO h.12.30
MASSA 6

Massa abbastanza attento al gioco, arbitro che si può definire di movimento e in grado di decidere da solo anche se le numerose comunicazioni non mancano. Al 19′ ammonisce Radu per gioco pericoloso su Dybala che protesta per avere l’espulsione del giocatore laziale. Proteste che si verificano anche al 26′, a questo punto Massa non può lasciar perdere e ammonisce Immobile per proteste reiterate..

Al 41′ difficile la valutazione sul contatto tra Higuain e Wallace, probabilmente il fallo era da  valutare diversamente così come il contatto tra Asamoah e Lombardi, Massa indica di proseguire il gioco. Durante il secondo tempo Massa dimostra grande controllo. Prima che la situazione tra Mandzukic e Patric degeneri li richiama e stronca la discussione sul nascere.. Di diversa valutazione il fallo commesso da Felipe Anderson su Pjaca che cade in area, probabilmente era presente il rigore per la Juventus.

GENOA – CROTONE
MARIANI : 6.5

Mariani dirige bene la partita tra Genoa e Crotone, la partita non necessita di troppi interventi dell’arbitro, in compenso sanziona giustamente Rosi del Crotone per entrata in ritardo su Laxalt. Per tutta la durata della partita né Mariani né gli assistenti devono intervenire per sedare proteste troppo veementi.

PALERMO – INTER
IRRATI: 6.5

Irrati ha una grande abilità a verificare in un istante se è presente un fallo che spesso è difficile da valutare. Questa capacità si verifica al 46′, appena un minuto dopo la ripresa del match.Individua infatti un fallo di mano al di fuori dell’area di rigore perciò assegna un calcio di punizione all’Inter.

Al 43′ Icardi viene servito da Brozovic, Icardi poco prima di entrare in area di rigore viene intercettato e fatto cadere sul limite e Goldaniga, autore del fallo viene ammonito.

PESCARA – SASSUOLO
VALERI: 6

Valeri arbitra bene si dimostra deciso e fa capire subito di non essere disposto a lasciar correre i numerosi battibecchi tra Pellegrini e Bruno. Al 44′ Pellegrini viene finalmente ammonito.

Anche al 39′ Valeri valuta bene. Berardi viene ammonito per aver fermato fallosamente Verre che era riuscito a smarcarsi e a dar vita ad un contropiede.

BOLOGNA – TORINO
GHERSINI: 6

Non male per essere tra le prime volte ad arbitrare nella massima serie e nonostante tutto controlla bene la partita.Forse cartellino non proprio necessario su Dzemaili poichè il fallo non era particolarmente grave. Nonostante tutto anche la partita in questione non è particolarmente movimentata permettendo più serenità anche all’arbitro.

EMPOLI – UDINESE
RUSSO: 6

Russo si impegna molto in questa seconda giornata del girone di ritorno. No esita infatti a sanzionare non troppo pesantemente, anche perché non ce n’è bisogno, i falli delle due squadre. Si accorge immediatamente di un fuorigioco di rientro dell’Udinese, grazie anche alla collaborazione del guardalinee. Negli ultimi minuti del match solitamente iniziano a vedersi i primi segni di nervosismo ma in questo non è così perciò dopo 5 minuti di recupero più che sufficienti la partita si chiude con l’Empoli in vantaggio.

ATALANTA – SAMPDORIA h.18.00
RIZZOLI: 7

Ottima valutazione di Rizzoli in varie occasioni e fa capire subito alle due squadre che non intende ammorbidire le sue decisioni. Non ha bisogno delle valutazioni degli assistenti. Tutto ciò che decide è dettato da quel che riesce a vedere.Già al 16′ prima valutazione di fuorigioco su Gomez.
Al 28′ Pereira ammonito per aver ostacolato fallosamente Spinazzola.

Ma è al 38′ che Rizzoli si dimostra attento; infatti annulla il gol appena segnato daPetagna che era partito in fuorigioco. Con Quagliarella si dimostra clemente e spiega alla punta che il portiere avversario era ià in possesso palla quando è stato toccato. Stessa cosa in occasione del rigore per l’Atalanta, Rizzoli non ha nessun dubbio.
Ultima azione da prendere in considerazione il gol annullato a Caldara che devia in porta in fuorigioco.

ROMA – CAGLIARI h.20.45
GUIDA: 5

Guida, nonostante per la maggior parte del tempo abbia condotto bene la gara, si distrae un po’ troppo, colpa anche degli assistenti, soprattutto quelli di porta che spesso non vedono falli evidenti.
Primo fra tutti il fallo di mano in area di rigore di Peres della Roma che l’arbitro non prende in considerazione facendo proseguire il gioco.
Il fallo è evidente e non è a protezione del volto visto la posizione di spalle del giocatore. Il Cagliari protesta ma la decisione è presa. Guida non si accorge di numerosi altri falli che ovviamente non sanziona.
Giusta però l’espulsione di Joao Pedro che entra in ritardo e non tocca minimamente la palla. Barella viene ammonito per un fallo leggero e non sarà presente alla prossima partita.
Al 17′ anche Pisacane ammonito per un fallo di mano anche se il braccio era parallelo al corpo e a contatto con la maglia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi