NURAGHES S’ARENA: SANGUE, VENDETTA E GIGANTI, SALMO IL PROTAGONISTA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

7 mila euro di budget, 3 giorni di riprese tra i boschi e le alture di Seui in Barbagia. “Nuraghes S’Arena“, l’attesissimo cortometraggio ambientato in una Sardegna fantastica con protagonista Salmo, è andato in onda questa domenica su Paramount Channel

Il corto è stato girato da Mauro Aragoni che stravolge i clichè legati alla Sardegna, e ne reinterpreta le origini ancestrali in chiave fantasy, racconta la storia di Arduè, un guerriero nuragico che decide di vendicare la figlia. Accanto a Salmo hanno recitato nel film lo stuntman Ally McClelland, che si è occupato delle coreografie nelle scene di lotta e Michael Segal. Insieme alla parte storica, convivono anche elementi più fantasy come streghe e giganti.

Il viaggio di Arduè, dagli incubi alla sfida contro l’uomo che gli ha tolto tutto

Gli incubi perseguitano Arduè, qualcosa dall’inferno cerca di comunicare con lui. Il ricordo di sua figlia si fa vivo ogni notte, il rimorso per non averla salvata lo tormenta ormai da troppo. Una volta scoperto il nome dell’assassino, il guerriero Arduè, accompagnato dal maestro Bachis, affronta un lungo viaggio per poter partecipare ad un segreto e sanguinario torneo. Un’arcaica arena di sabbia in mezzo al verde, dove il bronzo si mischia alla carne e gli sciamani reclutano i migliori guerrieri dell’isola. Sarà li che Arduè affronterà ogni singolo combattente per arrivare in cima e sfidare l’uomo che gli ha tolto tutto.

«Gli americani hanno raccontato tutte le leggende del mondo, manca la civiltà nuragica»

Così Salmo ha raccontato la sua avventura in Nuraghes all’ANSA: «Mi sono preso le mie soddisfazioni con la musica, ora voglio non tanto provare un’altra via quanto arricchire il mio bagaglio culturale».

Negli scorsi giorni a Milano, durante la presentazione del film, Salmo ha detto di credere fortemente in questo progetto: «Se trovassimo qualcuno disposto a darci una mano per farlo diventare una serie, io andrei fino in fondo con questo progetto: dopotutto, gli americani hanno raccontato tutte le leggende del mondo, manca la civiltà nuragica, che è un libro aperto in cui trovare e inventare storie».

Fantasia ma anche tanto lavoro di studio e di ricerca

«Il protagonista è chiaramente ispirato ad un Pugilatore, uno dei personaggi rappresentati tra i Giganti di Monti Prama», ha spiegato Aragoni a L’Unione Sarda. «Per creare il suo abbigliamento c’è voluto un grande lavoro di studio e ricerca a cura di Andrea Loddo, costumista, che ha realizzato armi e costumi davvero realistici e funzionali. Alessandro Fele ha invece lavorato sugli effetti speciali, regalando all’atmosfera un tocco di magia».

Non solo il cortometraggio, il progetto prevede la creazione del film “Nuraghes”

Il progetto di Mauro Aragoni prevede la creazione del lungometraggio di “Nuraghes“, all’interno del quale si pongono le vicende del corto “Nuraghes S’Arena“. Si tratta di un fantasy visionario dalle sfumature horror che prende ispirazione da un’antica civiltà esistita realmente in Sardegna. Le vicende si svolgeranno in un’isola oscura, dominata dalle forze del male. Il film oltre a curare nel dettaglio i costumi, riprodotti fedelmente prendendo spunto dai reperti e i bronzetti sardi, omaggerà diverse leggende dell’immaginario e del folclore sardo come streghe, fate, demoni, draghi e giganti.

La trama di Nuraghes il film

Epoca del bronzo in Sardegna: Nell’isola degli immortali, in mezzo al grande verde, popoli di guerrieri dominano le torri del cielo (imponenti strutture megalitiche innalzate dagli dei venuti dalle stelle). Durante la cerimonia del geronticidio (pratica arcaica in cui i più anziani del villaggio venivano gettati nel sacro precipizio dai loro stessi primogeniti per permettere cosi il passaggio dell’energia spirituale da padre a figlio) il giovane guerriero Arduè rifiuta di compiere il trapasso, fuggendo con il suo vecchio e voltando le spalle alle regole della sua civiltà. Così una violenta caccia all’uomo ha inizio, il giovane Arduè si vedrà costretto ad affrontare il capo tribù e gli stessi guerrieri che lo hanno sempre spalleggiato in battaglia, una profonda lotta emotiva e un viaggio fantastico e visionario che presto lo porterà alla conoscenza di oniriche e astrali verità.

In attesa del film godiamoci “Nuraghes S’Arena”. Buona visione!

 

Seguite questo link per accedere al sito del progetto Nuraghes. Quest’altro link per accedere alla pagina Facebook.

“Nuraghes S’Arena” va di nuovo in onda stanotte su VH1 (canale 67), ore 22:50. Sino al 26 marzo è anche possibile guardarlo sul sito di Paramount Channel.

Articolo scritto il 20 marzo 2017.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Simone Paderi

"Si corrompe nel modo più sicuro un giovane, se gli si insegna a stimare chi la pensa come lui più di chi la pensa diversamente"

simone_85p has 47 posts and counting.See all posts by simone_85p

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi