NUOVO STADIO CAGLIARI: SI PARTE IN ANTICIPO!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nuovo stadio: approvata la variante urbanistica

Il progetto del nuovo stadio del Cagliari Calcio era stato preso in carico dalla giunta comunale del capoluogo nelle ultime settimane. Vi era inoltre la necessità dell’approvazione del progetto per lo stadio provvisorio che ospiterà le partite casalinghe della squadra rossoblù nel periodo di transizione tra vecchio e nuovo stadio.

La variante urbanistica era approdata anche in Regione per le dovute valutazioni. Si tratta di una serie di passi avanti non di poco conto, grazie ai quali i lavori potranno iniziare in anticipo rispetto alle previsioni.

Le caratteristiche del nuovo Sant’Elia, tutte le novità all’interno della nuova struttura in progetto

Differente per dimensione e capacità rispetto al vecchio Sant’Elia, il nuovo stadio dovrebbe avere una capienza totale di 60.000 posti. Inoltre, la stadio conterrà un ristorante e diversi negozi, tra i quali gli store ufficiali della squadra rossoblù. Lo stadio potrebbe ospitare, in occasione di Europei di calcio e Mondiali, le partite delle nazionali e sarebbe a norma in caso di competizioni di Champions ed Europa League, aprendo le porte a scenari un tempo impossibili da realizzare.

Durante i lavori, il Cagliari Calcio dovrebbe trasferirsi in una struttura provvisoria di media capienza che verrà edificata nella zona parcheggi del Sant’Elia lato Curva Distinti. Dal vecchio stadio verranno rimosse le tribune in tubi innocenti della Curva Nord, il manto erboso e parte delle tribune della Curva Sud.

Si comincia ad aprile, si finisce entro il 2020

Il Presidente Giulini anticipa l’inizio dei lavori, inizialmente previsti per maggio, ad aprile 2017 per rientrare con i tempi del centenario della squadra. C’è grande soddisfazione da parte del Presidente per la piega che ha preso la trattativa con il Comune di Cagliari, col progetto che è stato approvato in poco tempo.

Oltre a Giulini, ad essere soddisfatto è il Consigliere Regionale Edoardo Tocco:

“Un passo avanti fondamentale per dare spazio ad uno stadio avveniristico. Un impianto provvisorio che però consentirà l’avvio dei lavori della nuova struttura. Abbiamo necessità che il Cagliari possa avere presto uno spazio moderno e accogliente per i tifosi. Basta parole, però. Si metta un freno alla burocrazia e alle lungaggini. Ora si passi ai fatti, con l’inizio delle opere per la costruzione del nuovo Sant’Elia.

Sin dalle passate consiliature ci siamo mossi per dare alla squadra rossoblù un complesso sportivo che potesse riportare i tifosi allo stadio – conclude Tocco – seguendo il copione dello Juventus Stadium e del Dacia Arena di Udine. Un impianto da vivere non solo per il calcio, ma anche nel tempo libero, con spazi alternativi e strutture per altri sport. Auspichiamo che con l’approvazione del progetto ci possa essere l’accelerata decisiva per la costruzione della nuova casa del Cagliari. E’ necessario che la struttura possa essere integrata con il quartiere, dando lustro all’immagine del capoluogo isolano”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi