NUOVO STADIO: PROGETTO APPROVATO! E TRA CAGLIARI E SASSARI….

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nuovo stadio: arriva l’approvazione della Commissione di Vigilanza

Ottime notizie per quanto riguarda la realizzazione del nuovo stadio del Cagliari Calcio: il progetto è stato approvato dalla Commissione di Vigilanza sui pubblici spettacoli che ha sede in Prefettura. Si tratta di un importante step, che servirà ad accelerare i tempi in attesa dell’inizio dei lavori.

L’approvazione del progetto del nuovo stadio è stato comunicato durante la Conferenza Regionale riguardante la permanente “deradicalizzazione” del tifo violento, in cui si è discusso del grave episodio che si è verificato a Sassari lo scorso 25 marzo.

E’ stata inoltre sancita una partita del cuore, da disputare a fine campionato, tra personalità appartenenti al mondo istituzionale di Cagliari e Sassari, durante la quale verrà organizzata una raccolta fondi per il cittadino siciliano che è stato gravemente danneggiato durante gli scontri avvenuti a Sassari. 

Ecco il comunicato integrale

Qui di seguito trovate il comunicato integrale rilasciato dalla Prefettura:

Ad un mese di distanza dai disordini causati da tifosi del Cagliari nel centro della città di Sassari in occasione di una partita amichevole tra il Sorso ed il Cagliari, si è svolta nel pomeriggio odierno, la riunione della Conferenza Regionale Permanente convocata dal Prefetto Giuliana Perrotta d’intesa con il Prefetto di Sassari Giuseppe Marani sul fenomeno del c.d. “tifo selvaggio”.

All’incontro hanno partecipato il Capo di Gabinetto della Regione Autonoma della Sardegna (in rappresentanza del Presidente), l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Sport e Politiche giovanili del Comune di Cagliari, il Sindaco di Sassari, i Questori di Cagliari e di Sassari, il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, il Dirigente dell’Ambito Scolastico Territoriale di Cagliari, il Vice Presidente della Società Cagliari Calcio e il Presidente della Dinamo Banco di Sardegna Sassari.

In qualità di esperti, poi, sono intervenuti il Prof. Bachisio Bandinu, il Prof. Camillo Giuseppe Tidore, la Prof.ssa Maria Antonietta Mongiu, Padre Salvatore Morittu e il Prof. Silvano Tagliagambe.

Il Prefetto Perrotta, dopo aver ringraziato i partecipanti, ha ancora una volta sottolineato la necessità che ai gravi fatti di Sassari si debba rispondere non solo con strumenti repressivi ma anche e soprattutto con iniziative che consentano di far emergere e di recuperare alla legalità le organizzazioni dei tifosi violenti, elaborando, in un ambito di sinergica collaborazione tra tutte le componenti istituzionali, sociali, culturali e sportive, un piano di iniziative per de-radicalizzare il tifo violento.

Il Prefetto di Sassari ha evidenziato l’importanza di richiamare l’attenzione soprattutto dei giovani sui veri valori dello sport e, a tale riguardo, il Vice Presidente del Cagliari Calcio ha riferito tutte le iniziative portate avanti finora dalla predetta Società all’interno delle scuole.

Il Prof. Tagliagambe ha sottolineato l’esigenza di proporre un modello positivo alternativo di tifo calcistico, mentre la Prof.ssa Mongiu ha proposto iniziative di coinvolgimento dei giovani incentivando il c.d. sport di cittadinanza .

Padre Morittu, sulla base anche della sua pluriennale esperienza con giovani in difficoltà, ha auspicato un maggiore approfondimento del sostrato socio-economico che alimenta la violenza dei tifosi; il Prof. Bandinu, infine, ha inquadrato il problema come disagio sociale che sfocia in manifestazioni di violenza che devono avere una risposta che incida anche sul piano simbolico.

Al termine di un approfondito e stimolante confronto, attraverso il qualificato e specifico contributo dei partecipanti, è stata delineata una prima valutazione del fenomeno tenendo conto di tutte le implicazioni culturali, socio-psicologiche ed economiche ad esso connesse.

Come prima risposta, al fine di disinnescare l’accesa rivalità tra le due tifoserie, è stata accolta la proposta del Sindaco di Sassari di organizzare per la fine del campionato, una partita del cuore, tra personalità appartenenti al mondo istituzionale di Cagliari e di Sassari, con una raccolta fondi a favore del cittadino siciliano rimasto coinvolto e danneggiato gravemente negli scontri del 25 marzo.

Per un’azione più efficace che consenta da una parte di recuperare alla legalità gran parte dei tifosi che appartengono a gruppi in cui una minoranza strumentalizza il tifo calcistico per dare libero sfogo alla violenza, dall’altro di proporre un’alternativa di tifo sportivo che sia trascinante e aggregante ma che non sfoci nell’esaltazione della violenza e dell’aggressione, è stata accolta favorevolmente la proposta del Prof. Tidore, dell’Osservatorio Sociale sulla Criminalità dell’Università degli Studi di Sassari, che con la collaborazione delle Questure, procederà alla definizione del target dei tifosi che negli ultimi anni sono risultati coinvolti in episodi di tifo violento individuandone le eventuali caratteristiche comuni in modo da poter meglio studiare le dinamiche del “gruppo” e le iniziative per intervenire.

Alla fine della riunione, il Prefetto Perrotta ha comunicato che un ulteriore contributo a migliorare la fruizione del gioco del calcio avverrà con la realizzazione del nuovo stadio, il cui progetto è stato esaminato, proprio oggi, con esito favorevole, dalla Commissione di Vigilanza sui pubblici spettacoli che ha sede in Prefettura.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Alessandro Bogazzi

"A doppia superbia, doppia caduta"

alessandro-bogazzi has 95 posts and counting.See all posts by alessandro-bogazzi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi