I MERCATINI: RICICLO DI MERCE RUBATA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

I mercatini come semplice mezzo di riciclaggio

Cagliari, mercatini sotto inchiesta. La vicenda riguarda alcuni protagonisti: una donna quartese e un venditore da strada.

La donna ha subito un furto in appartamento alcuni giorni prima, cosi come una sua parente, per poi ritrovare il maltolto in vendita in una bancarella.

Il primo passo sono i furti in appartamento

Le sono stati portati via orologi, gioielli, quadri e altri oggetti di vario tipo.

Nei giorni successivi si è poi recata al mercatino di via Po e, con grande stupore e rabbia, ha ritrovato il maltolto in vendita in una bancarella. La segnalazione alle forze dell’ordine è stata immediata.

Merce rubata ed esposta senza problemi

Gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti sul posto e hanno interrogato il venditore, un cagliaritano di 43 anni. L’uomo ha detto di non ricordare dove avesse acquistato la merce incriminata, ed è stato denunciato in stato di libertà. L’accusa per il 43enne cagliaritano è ricettazione.

L’intervento delle forze dell’ordine

Le forze dell’ordine hanno sequestrato la merce del venditore da strada, oltre venti oggetti derivanti, si ipotizza, da vari furti in appartamento.

I mercatini sembrano proporsi come un ottimo luogo in cui riciclare facilmente merce rubata. Il fatto dovrebbe suggerire alle forze dell’ordine un maggior controllo su questo tipo di attività, soprattutto in virtù della semplicità con la quale si possono individuare merci sospette.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Vincenzo Milia

"Libertà vuol dire veramente qualcosa, significa avere il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire"

vincenzo-milia has 46 posts and counting.See all posts by vincenzo-milia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi