IL CAGLIARI VINCE E DEDICA LA VITTORIA AL PICCOLO LUCA!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Cagliari vola in terra vicentina cercando tre punti fondamentali per la classifica e per il morale. Davanti trova una squadra in difficoltà, che necessita di punti preziosi per non ritrovarsi immischiata nella lotta per la salvezza nelle ultime giornate.

Mister Rastelli recupera pedine importanti a centrocampo: si rivedono dopo alcune giornate d’assenza Ceppitelli e Tello, subito schierati tra i titolari, Di Gennaro e Munari, entrambi partono dalla panchina, mentre dovrà fare a meno di Balzano, fermato dal giudice sportivo e dal lungodegente Dessena. Mister Lerda dovrà fare a meno di Brighenti, fermato dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata a Trapani e D’Elia, ancora in fase di recupero dopo i problemi muscolari, nonchè i soliti Urso, Manfredini e Pozzi.

Le due formazioni si schierano così in campo:
VICENZA: Benussi, Laverone, Adejo, Ligi, Sampirisi, Pinato, Bellomo, Moretti, Vita, Galano, Ebagua. ALL.Lerda.
CAGLIARI: Storari, Pisacane, Ceppitelli, Salamon, Murru , Cinelli, Fossati, Tello, Joao Pedro, Farias, Sau. ALL.Rastelli.

Anche se per motivi differenti, entrambe le squadre necessitano di punti per sbloccare la classifica.

La partita risulta abbastanza sonnolenta per almeno mezz’ora buona. La prima conclusione della partita è per il Vicenza al 6′: Galano si libera e calcia di potenza con il sinistro, ma la palla si spegne al lato. Ancora Vicenza in avanti al 7′ con un buon movimento di Bellomo che spreca crossando direttamente sul fondo. Il Cagliari si affaccia in attacco solo dopo 10′: lancio dalle retrovie per Sau che attende il taglio a rimorchio di Cinelli, ma Ligi è attento e blocca l’azione. Il difensore del Vicenza rischia 2′ dopo: Sau recupera palla dopo uno stop non preciso di Ligi, ma grazie a una tempestiva chiusura di Moretti la squadra di casa riesce a salvarsi da questa azione pericolosa.

Cagliari che continua ad avere il predominio del campo, ma non riesce ad impensierire il portiere vicentino: sia al 19′ sia al 20′ entrambe le azioni sulla fascia destra del fronte d’attacco cagliaritano sono facilmente bloccate dai difensori della squadra veneta. Al 24′ è ancora Cagliari in attacco, Farias vede il taglio di Pisacane, ma quest’ultimo si allunga la palla e spreca una buona occasione.

La squadre risultano essere molto contratte e la partita non decolla. Al 31′ prima ammonizione del match è per il terzino sinistro Pinato, reo di aver atterrato Farias con un fallo da dietro. Nella successiva punizione, Farias crossa al centro ma nessuno dei compagni è pronto ad intervenire. Ne mister Rastelli ne mister Lerda sono contenti della partita dei loro rispettivi giocatori: l’allenatore cagliaritano cambia un po le carte in campo schierando i suoi uomini con un 4-2-3-1. Al 39′ prima ammonizione anche per i giocatori del Cagliari: è Tello a finire sul taccuino dell’arbitro per un fallo di mano a metà campo.

Al 41′ la svolta della partita: numero di Farias sulla linea di fondo che salta in agilità un primo difensore del Vicenza, ma non il secondo che lo atterra appena prima dell’ingresso dell’area di rigore. Reo del fallo è Pinato che si prende la seconda ammonizione e la conseguente espulsione: Vicenza in 10. Mister Lerda esegue il primo cambio, mettendo la squadra in campo con un 4-4-1: esce un attaccante, Galano, per un centrocampista Signori. Ultima nota di cronaca è l’ammonizione di Sau per un fallo di mano poco prima del doppio fischio dell’arbitro.

Il secondo tempo si apre con una novità nel Cagliari.

Fuori Tello e dentro Melchiorri, mister Rastelli propone così una squadra a trazione anteriore per portare in Sardegna i 3 punti che mancano da troppo tempo. I risultati di questo cambio non esitano a farsi vedere: Cagliari che avanza di baricentro e Vicenza che si rinchiude in difesa e riparte in contropiede. Al 47′ fallo di mano di Lavarone su cross di Murru, ma la seguente punizione si spegne oltre il secondo palo. Al 51′ Melchiorri si defila sulla destra, crossa al centro ma il pallone risulta essere troppo lungo per l’inserimento di Farias. Al 52′ provvidenziale chiusa di Sampirisi che blocca una buona azione del tandem Farias-Pisacane. Il clima si fa teso al Menti ed ad ogni fallo partono le proteste da parte del pubblico che non ha digerito l’espulsione di Pinato nel primo tempo.
Ancora Cagliari al 55′ con Melchiorri: l’ex Pescara controlla, rientra con il sinistro, ma il suo tiro è controllato senza problemi da Benussi. Il Vicenza inizia a faticare in difesa e le azioni del Cagliari si fanno sempre più insistenti. Al 58′ sponda di Sau per Fossati che contrastato al momento del tiro, lascia partire un tiro sbilenco che si spegne sul fondo. Secondo cambio per il Cagliari: al 60′ finisce la partita per Joao Pedro ed entra Munari, la squadra sarda si schiera con il 4-3-3. Al 61′ si fa rivedere in avanti il Vicenza: il tiro di Bellomo non sorprende Storari che si distende e blocca il tiro. Al 62′ ammonizione anche per Salamon. La partita ora risulta essere molto più piacevole rispetto al primo tempo.

Al 63′ il Cagliari ha un ottima occasione in contropiede, ma il passaggio di Farias per Sau e troppo lungo e l’attaccante sardo viene chiudo da Laverone. Al 65′ ci prova Salamon dalla lunga distanza: Benussi con un formidabile colpo di reni salva la porta mandando in angolo. Ma è il preludio al gol che arriva 4′ dopo: Melchiorri crossa basso dalla destra, Sau in mezzo all’area di rigore va a vuoto, ma trova Cinelli che libero davanti alla porta insacca. E’ il primo gol con la maglia sarda per il giocatore arrivato a gennaio ed ex della partita.

Reazione immediata del Vicenza al gol subito, con un bel triangolo Signori-Ebagua: solo un tackle di Ceppitelli salva la situazione. Al 74′ si fa male Bellomo che è costretto alle cure mediche e alla barella: mister Lerda si gioca il tutto per tutto mettendo dentro Raicevic. Al 76′ ammonito Ceppitelli per proteste dopo un fallo fischiato a Sau che ha fermato un contropiede due contro uno per la squadra sarda. La spinta del Vicenza si fa insistente: al 77′ la squadra vicentina va vicina al gol con un colpo di testa di Sampirisi da distanza ravvicinata, ma la palla termina di poco sopra la traversa. Ancora Vicenza al 80′ con un cross di Lavarone per Raicevic intercettato all’ultimo istante da Pisacane.
La partita entra nel momento clou ed entrambi gli allenatori si giocano l’ultima carta: per il Vicenza esce Vita ed entra Sbrissa, per il Cagliari esce un deludente Sau ed entra Krajnc. All’86’ scontro Murru-Sbrissa, Pinzani su consiglio dell’assistente fischia fallo, ma la punizione è preda di Storari che blocca in uscita alta. Due ammonizioni in successione: a farne le spese sono Melchiorri per un fallo su Ligi e successivamente lo stesso Ligi per una trattenuta su una ripartenza di Melchiorri. Quando la partita sempre essere arrivata al capolinea vista la stanchezza delle due squadre, il bomber del Cagliari Melchiorri con un gran diagonale, dopo una giocata in velocità, insacca la palla per il 2-0. La partita si chiude qui dopo 5′ di recupero concessi dall’arbitro Pinzani.

La dedica per questa vittoria non può andare che a Luca, il giovane calciatore di 10 anni di Quartu, morto mentre giocava giocava a pallone con i suoi compagni di squadra.

Per il resto abbiamo assistito al non abbiamo assistito di certo al miglior Cagliari della stagione, ma l’importante era tornare alla vittoria dopo diverse giornate di astinenza. Decisamente male il primo tempo, dove la squadra non è riuscita ad impensierire neanche una volta la squadra di casa, con Sau spesso e volentieri pizzicato in fuorigioco e con Fossati e Farias molto imprecisi sui servizi verso i compagni. Decisamente meglio il secondo tempo, complice anche la superiorità numerica: determinante è stato l’ingresso in campo di Melchiorri che come sempre è stato fondamente nelle azioni offensive della squadra sarda. In attesa del big match di lunedì tra Crotone e Pescara, il Cagliari si ritrova in prima posizione con due punti di vantaggio sulla squadra calabrese e 13 sul Novara oggi sconfitto in casa dal Bari.

Cagliari che sarà impegnato la settimana prossima in casa contro il Modena di mister Hernan Crespo. Per il Vicenza invece le cose si fanno veramente pericolose: dopo la sconfitta di oggi, la squadra di mister Lerda si trova in penultima posizione in classifica in compagnia della Salernitana a 31 punti. E la settimana prossima sarà attesa da una partita fondamentale nel campo dell’Ascoli.

 

Gabriele Meloni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Simone Paderi

"Si corrompe nel modo più sicuro un giovane, se gli si insegna a stimare chi la pensa come lui più di chi la pensa diversamente"

simone_85p has 47 posts and counting.See all posts by simone_85p

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi