GROTTE IS JANAS, TRA LEGGENDE E MERAVIGLIE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il fascino delle grandi leggende

Nella giornata di mercoledì, ho avuto modo di visitare le Grotte is Janas, situate nella suggestiva zona di Sadali. Sono tanti i posti da vedere, tra incantevoli cascate e percorsi immersi nel verde, ma le Grotte hanno un fascino particolare, dovuto sia alla loro storia effettiva, con la roccia madre che risale addirittura al periodo giurassico, mentre alcune colonne si sono formate migliaia di anni fa, sia alle leggende che vedono protagoniste le tre Janas, creature a metà tra fate e streghe.


Si narra che queste Janas facessero della golosità uno stile di vita, tanto da rintanarsi nelle Grotte per mangiare zeppole, perdendo la cognizione del tempo e rimanendo all’interno della struttura per diversi mesi. Nel periodo della Quaresima, furono raggiunte da un prete, il quale le rimproverò poiché si stavano abbuffando nel momento dell’anno in cui i cristiani osservano il digiuno: per tutta risposta, le Janas lo torturarono e lo impiccarono, e una stalattite nel soffitto della priam grotta rappresenta proprio quest’atto; le tre creature leggendarie subirono poi il castigo divino, rimanendo pietrificate all’interno delle Grotte.


Una variante alternativa di questa storia introduce una quarta Janas, Ciccitella, che a differenza delle sorelle è di carattere buono e si rifiuta di uccidere il prete, supplicando le altre di fermarsi. Dato che la sua richiesta viene ignorata, Ciccitella scappa dalle Grotte, e si innamora di un pastore, che abita in una capanna poco distante, anch’essa aperta al pubblico.

Is Janas: cinque imperdibili aree da visitare

Gli ambienti visitabili all’interno delle Grotte Is Janas sono cinque, mentre il sesto viene lasciato agli animali, la cui quiete non viene così disturbata. Ogni area si caratterizza per i suoi mille colori e per le rocce e stalattiti dalla forma assai curiosa, a cui sono stati attribuiti diversi significati: oltre al prete impiccato e alle tre Janas, abbiamo la Madonnina, il rospo, la medusa, e così via.

Insomma, sono tanti i motivi validi per visitare questo luogo, se non una volta l’anno, almeno una volta nella vita.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Alessandro Bogazzi

“A doppia superbia, doppia caduta”

alessandro-bogazzi has 95 posts and counting.See all posts by alessandro-bogazzi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi