GIULINI FA CHIAREZZA SU RASTELLI E GABRIEL

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In occasione del rinnovo di Dessena c’è spazio anche per smentire le voci circolate sul futuro di Rastelli

Durante la conferenza stampa indetta per il rinnovo del contratto di Dessena, che rimarrà al Cagliari fino al 2019, il Presidente Giulini ha commentato le ultime voci, secondo cui il tecnico Rastelli potrebbe essere esonerato già nel corso di questa settimana. Si parlava del possibile arrivo di Stramaccioni, in caso di sconfitta del Cagliari nel match contro la Fiorentina. Giulini non ci sta, ed ecco le sue parole: “Con Rastelli ci sederemo come l’anno scorso alla fine del campionato per capire se abbiamo tutti e due la voglia e gli stimoli per continuare insieme. Sono molto contento di aver intrapreso questo viaggio con il mister un anno e mezzo fa”.

In questo modo il Presidente lascia trasparire un po’ incertezza, ma elenca anche gli obbiettivi per questa stagione, come il raggiungimento della parte alta della classifica e i 40 punti per chiudere definitivamente la questione salvezza: “Penso che con un gran finale di campionato questa squadra possa arrivare tra il decimo e il dodicesimo posto. L’ho detto dopo la Juve e lo ripeto ora, mettiamo però in cassaforte i 40 punti: già questo sarebbe un grandissimo risultato”

Giulini: “Nessun accordo con il Milan per la titolarità di Gabriel, è un giocatore che ci ha impressionato molto e per questo scende in campo”

Giulini risponde anche ad alcune domande riguardanti il portiere neo promosso titolare Gabriel che ha preso il posto di Rafael in porta. Come già ribadito da Rastelli nel post-partita contro l’Inter, Gabriel gioca titolare grazie alle sue capacità e non per degli accordi legali con il Milan. Il punto è stato definitivamente trattato da Giulini, che ha spiegato dettagliatamente il motivo del ballottaggio: “Gabriel ha fatto grandissima pressione per venire a Cagliari per giocare, è venuto con le aspettative di fare il titolare.

Non abbiamo nessun accordo con il Milan. Ma credo che fosse giusto dargli l’opportunità. Mi aspetto una grande reazione di un gruppo compatto, la Fiorentina e la Lazio sono grandi squadre. Ma mi auguro di vedere il Cagliari come contro Milan e Roma. Senza quei risultati, però.”

Infine, il Presidente si è espresso sul nuovo stadio:

!Il nuovo stadio? Speriamo di poter iniziare con i lavori a metà aprile per l’impianto provvisorio. Abbiamo il terrore di non poter avere lo stadio per l’inizio della prossima stagione. Abbiamo già sondato la possibilità di giocare le prime due gare fuori casa per arrivare magari alla sosta e avere un po’ di tempo in più”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi