GAGLIANO, ARIOLI E RUSSO TRASCINANO SELARGIUS. VIRTUS KO.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Gagliano e compagne si aggiudicano il derby sardo

Per Delia Gagliano è decisamente l’anno della consacrazione, e il derby sardo contro la sua ex squadra ne è l’ennesima conferma. Ancora una volta in doppia cifra, Delia ha trascinato la squadra insieme a Russo e Arioli, e non c’è stato nulla da fare per un CUS che ha reagito soprattutto nel finale.

Il primo quarto si apre proprio con due triple devastanti di Gagliano, eccezionale anche a rimbalzo (ben 11 in tutta la partita). Il CUS si ritrova sotto di ventun punti, e nella seconda frazione non cambia molto, con le giocate di Arioli e Russo che continuano a condannare le cagliaritane.

Nel terzo quarto Selargius si limita a controllare, e in tutto vengono realizzati solamente dieci punti. Alesiani (16 punti in totale) e Bungaite’ provano a dare la scossa, riportando il CUS a -11, ma non basta. Giornata no per Riccardi e Dettori, che erano state le migliori nella vittoria casalinga dello scorso venerdì.

San Salvatore Selargius – CUS Cagliari 59-41 (29-8, 40-21, 46-25)

San Salvatore Selargius: Russo Maria Francesca 16, Arioli Cinzia 11, Gagliano Delia 10, Cordola Ilenia 6, Ljubenovic Ana 4, De Pasquale Ada 4, Laccorte Michela 4, Lussu Anna 2, Mura Francesca 2, Pinna Denise, Palmas Laura, Lai Giulia

CUS Cagliari: Alesiani Federica 16, Bungaite’ Julita 11, Riccardi Elena 6, Berutcci Jennifer 3, Niola Rachele 3, Dettori Angela 2, Madeddu Federica, Gaslini Martina, Vanin Giulia, Aielli Alessandra

La Virtus perde di 4 dopo una bella rimonta

La Virtus ha provato una delle sue solite rimonte, ma stavolta non è riuscita nell’impresa, venendo fermata da una TecMar inarrestabile nei primi tre quarti.

Si comincia con due triple, rispettivamente di Sarni e Veinberga, poi Crema si crea un buon break e chiude il primo quarto a +8.

Nella seconda frazione, Rossi, Templari e Gomes riducono il distacco fino a -1, ma poi Crema, trascinata da una Rizzi in gran forma, allunga nuovamente.

Nel terzo quarto il divario sale a +14, ma Templari riapre il match con un canestro da tre punti. Nell’ultima frazione si segna parecchio, e la Virtus sfiora il colpaccio, ma il verdetto premia la TecMar.

Surgical Virtus Cagliari – TecMar Crema 58-62 (10-18, 21-30, 34-43)

Surgical Virtus Cagliari: Templari Elisa 16, Sarni Silvia 15, Gomes Da Silva Lavinia Joao 12, Rossi Chiara 12, Mura Valentina 3, Ridolfi Giulia,, Vargiu Marta, Mastio Beatrice, Melis Matilde, Mancini Matilde, Pellegrini Bettoli Laura, Garau Elena

TecMar Crema: Rizzi Norma 18, Picotti Martina 13, Veinberga Ieva 9, Capoferri Martina 8, Parmesani Francesca 6, Caccialanza Paola 5, Zagni Cecilia 2, Conti Camilla 1, Visigalli Greta,Cerri Gilda

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Alessandro Bogazzi

“A doppia superbia, doppia caduta”

alessandro-bogazzi has 95 posts and counting.See all posts by alessandro-bogazzi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi