IL CAFFÈ DEL PARCO È UN SIMBOLO DI DEGRADO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Caffè del parco come simbolo di degrado cittadino

Il Caffè del parco in via Germania versa in condizioni pietose. I giovani e i meno giovani lo ricordano come il simbolo della zona residenziale di Pitz’e Serra, di fronte al Parco Europa e a pochi passi dalle scuole superiori. Un tempo luogo di ritrovo per tanti giovani, vive ora uno stato di abbandono e declino senza precedenti, preda dei balordi e dell’incuria.

Alcuni atti di vandalismo sulle vetrate del bar.

Le promesse non mantenute

Non si tratta di un fatto recente. Tra le promesse dell’allora candidato sindaco Stefano Delunas rientrava anche la riqualificazione del parco. Furono queste le sue parole: «Faremo rivivere il quartiere di Pitz’e Serra. Il bar del parco è un bene comunale, potrebbe essere una fonte di reddito». Son passati anni da queste parole, scivolate nell’oblio di un mare senza fondo di promesse elettorali non mantenute.

Le opposizioni non l’hanno dimenticato e, nel 2016, la segreteria cittadina di Fratelli d’Italia denunciò la mancata promessa del sindaco e lo stato di abbandono del “Caffè del parco”, frutto di «Una cattiva gestione, deplorevole e vergognosa».

Quello che un tempo era il punto di ristoro del Parco è diventato teatro di vandalismo, una discarica a cielo aperto. Vetrate distrutte e coperte dai pannelli per le affissioni elettorali, il bancone rovesciato, rifiuti ovunque. Diceva bene Delunas, il parco è un bene comunale, una fonte di reddito. Eppure, nei fatti, quelle sono rimaste parole vuote; semplice fuffa elettorale. Quella che doveva essere una risorsa cittadina, si è tramutata nell’ennesima vergogna. Un altro schiaffo alla città di Quartu Sant’Elena»

La Giunta: il Caffè del parco verrà ceduto al miglior offerente

Nei primi giorni del 2017 arriva la notizia che avrebbe dovuto rappresentare la svolta. Il bar viene inserito nel piano triennale delle alienazioni, con lo scopo di cederlo al miglior offerente e far cassa.

Dopo pochi mesi, il destino del “Caffè del parco” appare ancora incerto. Ciò che non è cambiato è il suo status di “bersaglio” per balordi e delinquenti. L’ultima incursione al suo interno risale a pochi giorni fa e ha lasciato alle sue spalle una lunga scia di devastazione.

La vendita del “Caffè del parco” è già in corso d’opera? Si sono trovati imprenditori interessati al suo acquisto? Sono in corso delle trattative?

Si aspettano delucidazioni da parte della giunta Delunas.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments

comments

Vincenzo Milia

"Libertà vuol dire veramente qualcosa, significa avere il diritto di dire alla gente quello che la gente non vuole sentire"

vincenzo-milia has 48 posts and counting.See all posts by vincenzo-milia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi